News

23
apr

VLN 2

Dopo la tragedia avvenuta in gara 1 si va di nuovo al Ring… l’aria è pesante e si cerca di tornare alla normalità già subito nel corso delle prove di venerdi…i limiti di velocità si cercano di digerire, ma si sta più attenti al contachilometri che alla pista ed alle vetture che ci circolano intorno… Perciò confermo che quella dei limiti non è stata una buona idea e resto del mio parere… Spero solo che non durino tutto il campionato. I limiti riducono di circa 10 secondi la performance delle vetture su tutto il  giro.
In gara 2, posso finalmente entrare in contatto con la nuova vettura, con il mio nuovo compagno Claudius Karch e con il mio nuovo Team Mathol Racing. A dire il vero avevo già effettuato un test durante il mese di marzo e avevo partecipato a gara 1. Ma non ero ancora riuscito a salire in auto durante la gara, essendoci stato l’incidente che l’ha neutralizzata già durante il primo turno dove al volante c’era il mio compagno.
La sensazione è ottima, il compagno è molto veloce ed affidabile, è stato campione RCN  (fratello minore del VLN) nel 2012,  il campionato è sempre svolto al Ring come per il VLN… è uno dei più veloci piloti  di  vetture di produzione, perciò formiamo un’ottima coppia che ha lo stesso obbiettivo:  vincere il  campionato !
La vettura (il nuovo modello Porsche Cayman) è molto veloce ed equilibrata ed il  team, come pensavo, è molto professionale e tra i migliori a gestire le vetture di produzione sul Ring.
Venerdi mattina ancora in condizioni asciutte stabiliamo il miglior tempo della nostra classe V6 e di tutte le vetture di produzione, ottenendo la Pole !
La gara inizia molto bene e il mio compagno riesce a mantenere la prima posizione in modo molto regolare. Durante i primi due “stint” non accade nulla di speciale e riusciamo ad incrementare il nostro vantaggio portandolo a circa due minuti…un vantaggio  di tutta tranquillità.
Al dodicesimo giro subentro a Claudius con l’obbiettivo guidare i prossimi 3 stint e arrivare alla fine mantenendo il grande vantaggio.
Gomme nuove montate, nei primi due giri sembra andare tutto bene, quando in un istante arriva un tremendo acquazzone che allaga la pista…sottovalutando la situazione ho deciso per un ulteriore giro con le gomme slick, ma grande sbaglio,…perché con il margine che avevo potevo tranquillamente optare per la soluzione più sicura: entrare e  mettere le gomme rain.
Infatti pur andando piano ed in modo prudente, mi è capitato un acquaplaning nella zona di “Hatzenbach” e ho toccato leggermente il guardrail con la parte anteriore sinistra della vettura, uscendo di pista.
Questa volta ho avuto molta fortuna..ed il danno è stato lieve e non ha avuto conseguenze…dopo il fattaccio sono rientrato mestamente ai box a mettere le gomme rain…e da quel punto ho portato l’auto al traguardo in prima posizione finendo con un comodo vantaggio di circa 5 minuti.
E’ stata una gara piuttosto tranquilla senza duelli, ma l’episodio fa capire che al Ring non ci si può rilassare nemmeno per un istante…!
Durante la gara abbiamo fatto registrare anche il giro più veloce della nostra classe,  perciò dominio assoluto, che ci fa ben sperare per il proseguimento del campionato VLN e per la 24 ore…prossima gara ed evento clou del 2015!

28
mar
vln1_2015

VLN 1

A volte lo sport automobilistico mostra il suo lato più crudele…i piloti sono consapevoli del rischio che corrono, ma che a lasciarci la vita è uno spettatore..lascia veramente allibiti…la dinamica dell’incidente avvenuto in gara dopo circa 65 minuti a fatto si che una vettura della classe GT3 è decollata mentre percorreva la zona del “Flugplatz” finendo fuori pista e tra gli spettatori…il bilancio è stato di un morto e 3 feriti. La cronaca sportiva passa in questi casi in secondo piano …ai famigliari della  vittima vanno le mie più sentite condoglianze.

Dopo l’incidente la gara è stata giustamente fermata e la classifica annullata, perciò risulta nulla e il risultato sarà a fine campionato da stralciare.
Fino a dei rimedi più convincenti, la direzione della DSMB ha deciso di correggere le potenze delle vetture di classe GT3 e di stabilire dei limiti di velocità su tre punti pericolosi della pista al “Flugplatz” (200 km/h) (dove è avvenuta la tragedia) a “Schwedenkreuz” (250 Km/h) e sul rettilineo della “Dottingerhöhe” (250Km/h).

La mia opinione è che non è una soluzione intelligente…l’ideale sarebbe ridurre in modo considerevole  potenza ed aerodinamica delle vetture Gt3, facendole andare semplicemente più adagio…Queste vetture sono idonee a piste tradizionali ma non più sulla  “Nordschleife”. Anzi, (mia personale opinione)…le vetture più veloci al Ring dovrebbero essere al massimo quelle di classe Gt4 ! Ma su una pista si deve continuare a guidare  al limite…

04
dic
stagione_2014

STAGIONE 2014

Il campionato VLN che si disputa sul circuito del Nürburgring è stato designato nel 2013 il più amato dai tedeschi dopo la F1, ed ha un seguito di oltre 25’000 spettatori a gara.

Ciò che contraddistingue questo campionato è la sua incredibile pista, lunga 25 km fatta di curve, salite e discese nel mezzo di uno straordinario paesaggio collinare ricco di boschi e di prati verdi. Ivan Jacoma,  ha partecipato anche quest’anno  a bordo di una Porsche 991 Carrera, come pilota del team Black Falcon insieme a Manuel Metzger e Christian Schmitz.

I tre piloti della scuderia Black Falcon si sono alternati alla guida in ogni prova del campionato (durante il Campionato VLN al Nürburgring ci sono gare da 4 a 6 ore). Sin dall’ inizio hanno subito conquistato belle vittorie di classe posizionandosi in testa e recuperando brillantemente le posizioni anche quando le condizioni di gomme e percorso non erano ottimali, segno che la sinergia all’interno del gruppo era perfetta.

Nel corso delle gare, non sono mancati incidenti e brutto tempo, che hanno condizionato il regolare svolgimento portando all’interruzione della gara come nel caso della VLN 4 ed addirittura all’annullamento di VLN 8 causa nebbia. Per bravura, ma anche per molta fortuna l’equipaggio non è mai stato coinvolto in incidenti e soltanto una squalifica in gara 1 ha precluso un risultato prestigioso.  Infatti senza la squalifica il team avrebbe raggiunto l’ambizioso titolo di “vicecampioni Vln”.  Invece il risultato finale è stato identico al 2013 con un dodicesimo posto finale assoluto. Comunque un risultato positivo con 4 vittorie in stagione e con la consapevolezza di essere tra i migliori in un campionato ambizioso.

Affiancato alla partecipazione al VLN Ivan Jacoma in coppia con Adriano Pan ha svolto anche 6 gare del prestigioso campionato GT OPEN a bordo di una Porsche 997 Gt3 R del team italiano Ebimotors…il risultato è stato soddisfacente vista la poca esperienza con mezzo e piste.

Ma ora per il 2015 si dovranno fare delle scelte. E la scelta è di concentrarsi su un unico obbiettivo: il Campionato VLN ! Dopo la pausa invernale inizierà subito la scelta del team dei compagni e della classe con il potenziale più elevato…per fare più punti possibili …Le ambizioni di vittoria sono ancora maggiori che nel 2014, vista l’esperienza accumulata.

Ma prima festeggiamo la fine dell’anno e con questo porgo a tutti tanti auguri di buone Feste ed un meraviglioso inizio 2015!!!