23
apr

VLN 2

Dopo la tragedia avvenuta in gara 1 si va di nuovo al Ring… l’aria è pesante e si cerca di tornare alla normalità già subito nel corso delle prove di venerdi…i limiti di velocità si cercano di digerire, ma si sta più attenti al contachilometri che alla pista ed alle vetture che ci circolano intorno… Perciò confermo che quella dei limiti non è stata una buona idea e resto del mio parere… Spero solo che non durino tutto il campionato. I limiti riducono di circa 10 secondi la performance delle vetture su tutto il  giro.
In gara 2, posso finalmente entrare in contatto con la nuova vettura, con il mio nuovo compagno Claudius Karch e con il mio nuovo Team Mathol Racing. A dire il vero avevo già effettuato un test durante il mese di marzo e avevo partecipato a gara 1. Ma non ero ancora riuscito a salire in auto durante la gara, essendoci stato l’incidente che l’ha neutralizzata già durante il primo turno dove al volante c’era il mio compagno.
La sensazione è ottima, il compagno è molto veloce ed affidabile, è stato campione RCN  (fratello minore del VLN) nel 2012,  il campionato è sempre svolto al Ring come per il VLN… è uno dei più veloci piloti  di  vetture di produzione, perciò formiamo un’ottima coppia che ha lo stesso obbiettivo:  vincere il  campionato !
La vettura (il nuovo modello Porsche Cayman) è molto veloce ed equilibrata ed il  team, come pensavo, è molto professionale e tra i migliori a gestire le vetture di produzione sul Ring.
Venerdi mattina ancora in condizioni asciutte stabiliamo il miglior tempo della nostra classe V6 e di tutte le vetture di produzione, ottenendo la Pole !
La gara inizia molto bene e il mio compagno riesce a mantenere la prima posizione in modo molto regolare. Durante i primi due “stint” non accade nulla di speciale e riusciamo ad incrementare il nostro vantaggio portandolo a circa due minuti…un vantaggio  di tutta tranquillità.
Al dodicesimo giro subentro a Claudius con l’obbiettivo guidare i prossimi 3 stint e arrivare alla fine mantenendo il grande vantaggio.
Gomme nuove montate, nei primi due giri sembra andare tutto bene, quando in un istante arriva un tremendo acquazzone che allaga la pista…sottovalutando la situazione ho deciso per un ulteriore giro con le gomme slick, ma grande sbaglio,…perché con il margine che avevo potevo tranquillamente optare per la soluzione più sicura: entrare e  mettere le gomme rain.
Infatti pur andando piano ed in modo prudente, mi è capitato un acquaplaning nella zona di “Hatzenbach” e ho toccato leggermente il guardrail con la parte anteriore sinistra della vettura, uscendo di pista.
Questa volta ho avuto molta fortuna..ed il danno è stato lieve e non ha avuto conseguenze…dopo il fattaccio sono rientrato mestamente ai box a mettere le gomme rain…e da quel punto ho portato l’auto al traguardo in prima posizione finendo con un comodo vantaggio di circa 5 minuti.
E’ stata una gara piuttosto tranquilla senza duelli, ma l’episodio fa capire che al Ring non ci si può rilassare nemmeno per un istante…!
Durante la gara abbiamo fatto registrare anche il giro più veloce della nostra classe,  perciò dominio assoluto, che ci fa ben sperare per il proseguimento del campionato VLN e per la 24 ore…prossima gara ed evento clou del 2015!